Bacchette sprecate

marzo 23, 2009

Avete presente quei sogni in cui a un certo punto pensate : fosse anche un sogno va benissimo lo stesso?
Era uno di quelli.
E non è vero che va benissimo lo stesso… diciamo che va bene ma non pigliamoci per culo…
La sensazione era quella di aver trascorso ore sdraiata sulla sabbia calda di luglio, la sabbia caldissima di Sampietro di Castiadas con gli occhi negli occhi del mare…
So che c’era Drillo, ancora qualche panino, acqua fresca, l’ombrellone più piccolo della spiaggia da spartire con un’altra persona e il rinnovo di una promessa reciproca fatta qualche anno prima per cui chi avesse avuto a disposizione più tempo da trascorrere sulla terra, con tutte le facoltà mentali, si impegnava non so come a trafugare le altrui ceneri per poi spargerle in mare, e se la mia dipartita fosse avvenuta prima, il mare doveva essere quello…
e a quel punto c’era anche la sensazione che pur avendo una bacchetta magica…  in quel momento…  non avevo altri desideri da esprimere… Peccato… perché di li a poco,  controvoglia ho aperto gli occhi.
e il caldo non era dovuto alla sabbia dei miei sogni … era febbre…
Un’altra bacchetta magica sprecata…

Annunci