fabbrica_1

Non se ne abbia a male Gesùbambino ma quest’aria natalizia  freddissima che ci ha invaso all’improvviso mi sembra del tutto fuori luogo e volevo dire ad Ascanio, casomai decidesse di passare in laboratorio, di mettersi una sciarpetta… perchè ha veramente rinfrescato… ma se non dovesse farcela…  non importa… ci vediamo stasera alla Vetreria alle 21,00.

Promesso.

Mucche pettegole.

dicembre 2, 2008

mucche1mi piace troppo la faccia di queste mucche.
sembra siano appena state colte in flagrante mentre sparlavano di qualcuno:
forse hanno saputo anche loro ascoltando il ruggito del coniglio che emanuele fipetto e la moglie si separano…
o forse stavano sghignazzando sui miei capelli cortissimi e lisci…
o forse sono semplicemente soddisfatte per il fatto che con la fantastica social-card nessuno potrà organizzare brasati o vitel-tonné o nemmeno semplici scaloppine al limone… e in quanto portatrici di materia edibile sono più che giustificate…
Forse.
ma più probabilmente è la tipica faccia di mucche in ceramica, alte meno di sei centimetri appena uscite da un forno ancora caldo. facce stupite da ciò che vedono in questo laboratorio… e ne hanno ben d’onde…


Colonna sonora : Bocca di rosa di Fabriziodeandrè.

Si,
lo so,
vi parlo sempre dei miei corsisti di ogni età ma raramente ve li faccio conoscere.
Vi presento Giulia, Elisa, Anna, Elena.

Circa quarant’anni in quattro ma mani fantastiche e menti svelte che in dieci ore di corso hanno immaginato, plasmato e concretizzato le loro idee con terra, acqua, fuoco e sopratutto mani.

Cinque pomeriggi senza compiti per le vacanze, senza computer e senza noia.
Si. Nel laboratorio di via Costituzione a Cagliari succede anche tutto questo.

A proposito di sogni.

agosto 2, 2008

Guardate questa foto.

Si, lo so, ha troppi riflessi, è inquadrata male, è buia…
ma è fatta con una macchinetta vinta nelle patatine o quasi e se non fosse per “fotoritocco” e “ritaglia” si vedrebbero anche i miei piedi con infradito verdi… e poi io sono ceramista e non fotografa (anche se Efisio sostiene che le mie foto gli piacciono)…
ma non sono qui per perdere tempo con inutili polemiche; volevo solo dire che questa foto è la prova che a volte i sogni si realizzano.
Si, perché questo pannello da qualche anno è parte dei decori, nati in questo laboratorio, che colorano un ristorante di Kobe.

E ciò conferma che a volte i sogni si realizzano…
… anche quelli che non avete mai fatto.

Giovanni.

giugno 11, 2008

L’opera d’arte di ieri era di Francesca, tre anni e mezzo, dolcissima.
L’opera di oggi è di un corsista più grande di Francesca.
E’ di Giovanni.
Probabilmente il decoratore sottocristallina più bravo tra i miei allievi.
Giovanni arriva in laboratorio e sa quello che vuole: una base, possibilmente più grande di quella che propongo io.
Si organizza il suo spazio: acqua, pennelli, colori, pseudotavolozza e poi comincia a usare i colori come se in vita sua non avesse mai fatto altro. In poco più di mezzora riesce a fare questo e altro.
Stavo trascurando qualche particolare: Giovanni ha settantasette anni, ha preso in mano pennelli e colori per la prima volta circa cinque anni fa e ha un parkinson.

Dimenticavo… Giovanni è mio babbo.


giochiamo con la terra

maggio 28, 2008

No, non è un tentativo di introduzione all’agricoltura.

No, è il titolo della proposta per un laboratorio di ceramica per le scuole. Si tratta di un progetto in cui bambini di tre anni oppure ragazzi di sedici ( di solito in sedi e momenti diversi ) possono cimentarsi e dare l’opportunità alla loro fantasia di sbizzarrirsi con un materiale per loro probabilmente insolito ma molto stimolante.
E questo materiale è appunto la terra, che in questo caso chiamiamo “creta” ma che è esattamente terra, che plasmata, seccata e poi cotta a temperature che arrivano sino a quasi mille gradi si trasforma.
In questi giorni sto concludendo un percorso di trenta ore in una scuola per l’infanzia dove si son cimentati alla grande bambini di un’età compresa tra i due anni e mezzo e i cinque; e credo che in assoluto sia stata la sfida e allo stesso tempo la soddisfazione più grande di questi ultimi mesi…
E sto anche iniziando un altro percorso con dei ragazzi di un istituto tecnico… ma di questo vi parlerò un’altra volta.

In una piccola città dell’Isola, che è anche la più grande. trovate un piccolo laboratorio di ceramica. All’interno forme e colori parlano di storie di terra, acqua, fuoco ma sopratutto di mani: le nostre mani e quelle dei nostri ospiti che incontrando e condividendo la nostra esperienza si raccontano.
Coi nostri corsi conoscerete un nuovo linguaggio e nuove parole e i vostri pensieri saranno espressi dai piccoli oggetti di ceramica nati dalle vostre mani.

Corsi di ceramica

aprile 2, 2008

Vi ho detto che in questo laboratorio si fanno anche corsi di ceramica?
Forse si, ma stamattina mi è stato proposto di fare dei corsi di ceramica per stranieri in vacanza a cagliari. Nel mese di luglio.
E putacaso la mia agenda per il mese di luglio ha tutte le pagine libere.
…quando il caso dice la combinazione…