novembre 1987

febbraio 25, 2009

Io non ho una grande memoria con date, cognomi di persone,  strade e altre cose spesso importanti, eppure  quel novembre del 1987 me lo ricordo…
ricordo che ero al secondo anno di università e mi sentivo importante…
ricordo che da li a breve sarei andata a vivere alla casa dello studente e la cosa mi emozionava come poche altre…
ricordo che cominciavo ad avere una serie di frequentazioni con diversi ospedali e a far finta che la cosa non mi preoccupasse più di tanto…
anche perché allora credevo ancora che volere e potere andassero di pari passo…
e pensavo che per il semplice fatto che io e circa l’ottanta per cento degli italiani avevamo detto di non volere centrali nucleari tra  i piedi, non le avremo mai avute…
e quella volta mi son sentita importante come poche volte nella vita…
perché a vent’anni le avevo le certezze: volevo laurearmi, scrivere per un grande giornale, diventare prima o poi il pensiero dominante del mio pensiero dominante  con cui fare tre o quattro bambini da far crescere in un mondo in cui vale la pena crescere…
poi ho scoperto che i miti crollano, che una laurea ,come anche un pezzo di pane, non si nega a nessuno, che non è vero che volere è potere e vanno di pari passo, che i pensieri dominanti non sempre sono reciproci e che anche un referendum pur avendo una scadenza più lunga di uno yogurt è pur sempre a breve scadenza…


Colonna sonora: Quattro amici di Gino Paoli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: